Rifiuti radiottivi destinati a Chiaiano (Napoli)

Da http://napoli.blogolandia.it/

La discarica voluta da Berlusconi a Chiaiano, in provincia di Napoli, e’ un sito di stoccaggio per materiali tossici e per arricchire la camorra dei rifiuti?

E’ quanto chiede Luigi de Magistris, eurodeputato dell’Italia dei Valori, in un post su Facebook.

“Alcune notti fa – scrive – le forze dell’Ordine hanno bloccato e sequestrato un camion con un carico di materiale tossico e forse radioattivo  destinato ad essere sotterrato nella discarica di Chiaiano, in provincia di Napoli.

Si parla anche di Cesio 131, ma spetta ora alla magistratura accertarlo. Si e’ tentato di tutto per nascondere la notizia. E’ un diritto dei cittadini sapere! E questo sara’ un mio preciso e doveroso impegno. Il tentativo, fortunatamente sventato, e’ l’ennesimo e spregiudicato episodio dell’uso criminale delle discariche da parte di delinquenti”.

“Di rifiuti velenosi messi sottoterra in Campania e dei danni che essi hanno creato sono piene le cronache – prosegue – eppure, il governo dalle mille certezze e della propaganda di regime, non ebbe dubbi nel creare un’altra discarica, per giunta in prossimita’ di un centro abitato, difendendola poi con l’uso della forza.

chiaiano-camion-radioattivo.jpg

L’immondezzaio di Chiaiano fortemente voluta da Berlusconi e Bertolaso per seppellire i rifiuti, che loro sostengono di aver tolto dalle strade di Napoli, e’ l’ennesimo posto in cui ogni porcheria inquinante puo’ essere abbandonata con grave danno per la salute dei cittadini e per l’ambiente.

E’ un’altra occasione concessa alla criminalita’ organizzata di smaltire illegalmente rifiuti velenosi, tossici e radioattivi, realizzando cosi’ ingenti guadagni economici. Arricchimenti utili – conclude de Magistris- per finanziare altre attivita’ criminose e per foraggiare quei comitati d’affari che ruotano attorno al grande business dei rifiuti”.

Alcuni articoli delle maggiorni testate giornalistiche come Repubblica , Il Messaggero, riportano che il Camion contenente scorie radioattive è stato trasferito ed isolato, a disposizione dei tecnici che dovranno effettuare i rilievi, eppure chi ha scattato le foto che vedete in quest’articolo del presunto camion dice che lo stesso si trova ancora li nella discarica di Chiaiano….

Casualmente, proprio oggi Legambiente denuncia la sparizione in Italia di 174 Milioni di tonnellate di rifiuti tossici

Quello che ci piacerebbe sapere sono cose semplici, ovvero, da dove proveniva il Camion e dove aveva caricato, ovviamente non sò perchè ma ho sentore che forse ancora una volta non lo sapremo….mai !

Ad ogni modo, provando a digitare “Cesio 131″ su internet il più delle volte il risultato che torna è Iodio 131, quindi a questo punto proviamo ad approfondire la ricerca su Iodio 131 dando ad esempio per scontato che l’elemento radioattivo giusto contenuto dal Camion fosse lo Iodio 131.

Eccovi alcuni risultati :

in questa pagina appare sia lo Iodio 131 che il Cesio 131 e ci sembra di capire che sono elementi usati in Radiologia

Gruppo II – Nuclidi di radiotossicità elevata: Iodio 131

ed in particolare permette di individuare con elevatissima sensibilità la presenza dei radioisotopi Cesio 134, Cesio 137 e Iodio 131 che sono i prodotti di fissione tipicamente rilasciati nel corso di incidenti nucleari.

Vittime secondo il rapporto del Chernobyl Forum
È stato riscontrato che circa 4000 individui hanno sviluppato tumori alla tiroide direttamente attribuibili all’accumulo di iodio 131 radioattivo all’interno dell’organo.

In pratica pare essere accreditato più come elemento presente magari come rifiuto prodotto da studi di Radiologia oppure potrebbe essere magari presente nelle ceneri di un Inceneritore, l’ipotesi di scoria radiattiva formatasi da incidente nucleare credo che la possiamo scartare…o forse no?

A conferma delle probabilità che potesse essere un rifiuto da Radiologia eccovi un bell’articolo di Luglio 2008 “Rifiuti. Dalla Campania rifiuti radioattivi ad Amburgo Dopo le assicurazioni di Bertolaso la Germania revoca il blocco – Era spazzatura ospedaliera contaminata dallo Iodio 131

Ancora sullo Iodio 131

L’emergenza oggi si chiama “iodio 131” e “indio 113”. Due sigle che nascondono il nuovo business legato all’affare rifiuti. Meno visibile ma forse proprio per questo con un margine di guadagno ancora più alto. Lo “iodio 131” e l’ “indio 113” sono due isotopi, usati negli ospedali e nelle cliniche private. Il primo serve per fare le radiografie, il secondo per le scintigrafie (diagnosi dei tumori)

Per approfondire l’argomento eccovi la legge 123 del governo Berlusconi in materia di rifiuti 

La realtà è che il problema rifiuti in Italia ed in particolare in Campania non solo non è stato risolto, ma ogni giorno che passa si acuisce sempre più ed a quanto pare diviene anche potenzialmente sempre più dannoso ed irreparabile.

Aggiornamento FOTO 12/08/2009

zoom.jpgzoom-1.jpgzoom-2.jpgzoom-3.jpg

in quest’ultima foto, sembra che il liquido che fuoriesce dal canale di scolo nel retro del camion, addirittura bruci il suolo, una cosa incredibile !!!

Annunci

One Response to Rifiuti radiottivi destinati a Chiaiano (Napoli)

  1. uranioimpoverito ha detto:

    ottimo post. grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: