L’AVVOCATO GELMINI ABROGA IL DIRITTO

Desideriamo segnalare un esempio significativo di come questo governo usa la comunicazione: lo scorso anno la famosa “legge Gelmini” (decreto legge 1/09/08 , n. 137) sottolineava con enfasi, all’art. 1, l’istituzione della materia “Cittadinanza e Costituzione”.

A giugno la riforma della scuola superiore, che entrerà in vigore l’anno prossimo, sopprime totalmente l’insegnamento del diritto ed dell’economia da tutti i licei, ad esclusione di quello delle scienze sociali e tecnologico nel quale tuttavia si registra un consistente quanto inspiegabile contrazione di ore. Toglie il il Diritto dal triennio dei tecnici. “Cittadinanza e Costituzione” sarà insegnata solo nelle elementari e nelle medie, dai docenti di storia, all’interno del loro monte ore e senza valutazione autonoma, e non da laureati ed abilitati nelle discipline giuridico – economiche. Mi sorge un dubbio: insegnare queste discipline in un periodo troppo vicino al momento in cui gli allievi hanno il diritto di voto può forse essere rischioso?

  

Prof. Sandra Bigliani

Liceo Gioberti di Torino,

Prof.Annalisa Massari

Liceo Machiavelli-Capponi,  Firenze

.

La riforma della scuola superiore prevede infatti la totale scomparsa della disciplina “diritto ed economia” dai piani di studio dei licei ed una notevole riduzione nei tecnici. Lascia inoltre nel caos gli istituti professionali dove certa è solo una forte riduzione dell’orario settimanale.

NONOSTANTE

le istituzioni, dal Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Presidenti di Camera e Senato, al Presidente della Repubblica, inneggino alla difesa della costituzione, alla lotta contro il bullismo, all’educazione alla legalità, tutti obiettivi meritevoli di considerazione, tale riforma le contraddice palesemente.

 

PARADOSSALMENTE

il Ministro Gelmini ha introdotto una nuova disciplina che di nuovo ha solo il nome: “Cittadinanza e Costituzione”.Questa sarà insegnata dai docenti di storia all’interno del loro monte ore e senza valutazione autonoma. La sperimentazione inoltre graverà sui contribuenti, visto che saranno stanziati fondi per la formazione degli insegnanti di Storia e per le proposte concrete di sperimentazione. Pertanto

 

SIAMO INDIGNATI

per la mancata considerazione della nostra professionalità acquisita dopo anni di lavoro nella scuola, dove fin dal 1995, con l’introduzione in via sperimentale del diritto ed economia nei licei, nei tecnici e nei professionali, hanno svolto un lavoro costante ed efficace, sempre attento alle esigenze dei ragazzi, alla loro voglia di conoscere e di capire. Un lavoro diretto a valorizzare i contenuti della Costituzione e finalizzato a fornire ai discenti una conoscenza dei fondamentali principi di economia, ritenuta peraltro indispensabile dalla Comunità Europea in un sistema economico ormai globalizzato;

 

SIAMO PREOCCUPATI

per il nostro futuro lavorativo. Infatti le riduzioni di organico, così pesanti, previste dalla riforma, taglieranno completamente fuori i precari che da anni attendono l’immissione in ruolo. Spegneranno le speranze lavorative di tanti giovani che si sono formati per l’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche e finiranno per travolgere il personale d ruolo, a causa di esuberi che non potranno essere riassorbiti;

 

ATTENDIAMO

risposte concrete dal Ministro e non proclami propagandistici privi di contenuti.

 

Annunci

6 Responses to L’AVVOCATO GELMINI ABROGA IL DIRITTO

  1. Evergreen ha detto:

    Eeeeeeeeeeeeeeeh?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?
    Come CAVOLO fanno ad abolire il diritto?????? Come fanno ad abolire le ore di lezione di DIRITTO ED ECONOMIA?!?!?! Ma sul serio esiste questa legge? Io vorrei leggerla… Nn mi viene da credere quasi a questa notizia.

  2. nauram ha detto:

    E’ un regolamento in via di approvazione definitiva.

  3. giovanotta ha detto:

    ma io non mi meraviglio che si elimini l’insegnamento del Diritto da parte del governo di uno eletto coi voti della mafia, che si fa le leggi per non finire dentro
    mi meraviglio che tante persone (inclusi alcuni partiti, alcuni giornalisti ecc.) ora si meraviglino.
    Non c’è che da sperare (e lottare) perché q

  4. giovanotta ha detto:

    (scusa, è partito..)

    Non c’è che da sperare (e lottare) per far cadere questo governo al più presto
    Un saluto.

  5. nauram ha detto:

    Un saluto calorosissimo a voi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: