Patto di solidarietà: comincino i dirigenti!

In tempi di crisi dobbiamo darci tutti una mano. Le situazioni economiche delle famiglie sono in grande difficoltà: c’è chi perde il lavoro, chi, già disoccupato, non lo trova, chi  è messo in cassa integrazione, chi in mobilità…                             Allora, per evitare che molte persone restino disoccupate, si introduce il patto di solidarietà: ciascun dipendente rinuncerà a lavorare alcune ore al mese, perdendo parte della retribuzione, per far sì che nessuno rischi il posto.

Sembra una buona idea, quale lavoratore non è solidale coi compagni? Siamo tutti nella stessa barca; inoltre, se la mezza giornata di “riposo” capita il venerdì pomeriggio… week- end lungo!!

E invece non siamo tutti nella stessa barca, i dirigenti sono negli yachts!!

Sarebbe bello poter lavorare meno e lavorare tutti, ma qui non aleggia uno spirito socialista utopico né avanza l’utopia concreta di Latouche, qui si scarica come al solito sui lavoratori dipendenti il fardello di una crisi causata dalla cecità e dalla ingordigia dei potenti straricchi, capi di multinazionali et similia.

Che comincino loro a mettere le pezze sui buchi che hanno creato, prima che diventino così larghi da non poter più porre rimedio.

Tagliamo i compensi dei dirigenti e dei politici!!!!!!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: